Skip to content

Il Libro della formazione(Sefer Yetzirah): storia, testo e ricezione

Relatrici: Michela Andreatta, Flavia Buzzetta
Ogni giovedì ore 18-20, dal 18 aprile al 13 giugno 2024

Il corso propone un’esplorazione del Sefer Yetzirah, il Libro della formazione (o creazione), un testo speculativo di epoca tardoantica, destinato a divenire una delle principali fonti della terminologia e dell’immaginario della mistica ebraica, la cosiddetta Kabbalah. Scritto in un linguaggio conciso, spesso enigmatico e sempre di forte suggestione, il Sefer Yetzirah espone una teoria sistematica dei principi alla base del processo di creazione del mondo e delle leggi che governano la sfera naturale e quella umana. Quella del Sefer Yetzirah è una cosmogonia che diparte dal racconto biblico di Genesi e che attinge piuttosto a teorie numerologiche e del linguaggio, formulando una propria trascendente grammatica del mondo. Oggetto di commento sin dal secolo decimo dell’era volgare, nel Rinascimento il Sefer Yetzirah diventa, per gli ebrei come per i cristiani, un antichissimo (e dunque autorevole!) testo mistico la cui prima edizione a stampa, avvenuta a Mantova nel 1562, fu di poco posteriore a quella del Sefer ha- Zohar, la principale opera della mistica ebraica medievale.

Calendario delle lezioni

  • Lezione 1: 18/04 (Michela Andreatta)
    Introduzione al Sefer Yetzirah: storia del testo, fonti, e contenuti.
  • Lezione 2: 02/05 (Michela Andreatta)
    Lettura guidata in traduzione italiana con testo ebraico a fronte di Sefer Yetzirah, capitoli 1-3.
  • Lezione 3: 09/05 (Michela Andreatta)
    Lettura guidata in traduzione italiana con testo ebraico a fronte di Sefer Yetzirah, capitoli 4-6.
  • Lezione 4: 16/05 (Michela Andreatta)
    Il Sefer Yetzirah nella tradizione popolare e nelle arti.
  • Lezione 5: 23/05 (Flavia Buzzetta)
    Trasmissione ed interpretazione del Sefer Yetzirah nel mondo umanistico rinascimentale
  • Lezione 6: 30/05 (Flavia Buzzetta)
    Traduzioni latine e volgari quattrocentesche del Sefer Yetzirah
  • Lezione 7: 06/06 (Flavia Buzzetta)
    Una lettura abulafiana del Sefer Yetzirah in traduzione siciliana
  • Lezione 8: 13/06 (Flavia Buzzetta) 
    La Glosa de Schepher Yecira di Yosef ben Shalom Ashkenazi

MICHELA ANDREATTA

Insegna lingua e letteratura ebraica presso l’Università di Rochester negli Stati Uniti. Le sue pubblicazioni vertono sulla storia intellettuale degli ebrei italiani nei secoli sedicesimo e diciassettesimo, con particolare attenzione alla loro produzione poetica, sia profana sia religiosa, in ebraico. Nel 2016 ha pubblicato per Bompiani l’edizione italiana con testo a fronte di Tofteh ‘Arukh (L’inferno allestito) del rabbino e cabbalista mantovano Moshe Zacuto (ca. 1610-1697).

FLAVIA BUZZETTA

È direttrice scientifica della Fondazione Hausbrandt e ricercatrice associata presso il Laboratoire d’études sur les monothéismes ((LEM- UMR 8584). Le sue ricerche riguardano principalmente le interazioni e gli scambi intellettuali tra il mondo ebraico e il mondo cristiano nel Rinascimento, con particolare attenzione alla magia e alla cabbala cristiana. Le sue pubblicazioni includono la monografia Magia naturalis e Scientia cabalae in Giovanni Pico della Mirandola (Firenze, 2019) e Liber de homine. Edizione del ms. Vat. Ebr. 189, ff. 398r-509v (Lavis, 2015).

corsi dello stesso trimestre