ARTI VISIVE ED EBRAISMO IN EPOCA MODERNA

Prof. Asher Salah

Ogni martedì ore 18.00-20.00
7 incontri dal 6 aprile al 25 maggio 2021

Questo corso offre una panoramica critica dello sviluppo delle belle arti nella diaspora ebraica e in Israele. Le arti visive, pittura, fotografia e cinema, hanno svolto un ruolo importante nel rinnovamento culturale ebraico e nella formazione di una nuova identità nazionale nel giovane Stato di Israele. Gli incontri saranno dedicati all'analisi di diversi aspetti dell'opera di artisti ebrei e israeliani che hanno contribuito alla straordinaria creatività che caratterizza la scena artistica ebraica dall'Ottocento a oggi.

  • Lezione 1 – 6 APRILE ore 18-20: Questione di metodo: esiste un'arte ebraica?

  • Lezione 2 – 13 APRILE ore 18-20: Arte ebraica tra Israele e Diaspora

  • Lezione 3 – 20 APRILE ore 18-20: Dalla scuola Bezalel al postmodernismo in Israele

  • Lezione 4 – 27 APRILE ore 18-20: Storia, politica e società nella cultura visiva degli ebrei

  • Lezione 5 – 4 MAGGIO ore 18-20: L'immagine dell'ebreo nel cinema

  • Lezione 6 – 11 MAGGIO ore 18-20: Cinema e Shoah

  • Lezione 7 – 25 MAGGIO ore 18-20: Le donne nel cinema israeliano

 

ASHER SALAH, professore presso la Bezalel Academy of Arts e l'Università Ebraica di Gerusalemme, è uno storico specialista di letteratura ebraica italiana e di film studies. È stato Fellow nel 2011-2012 e 2014-2015 presso il Katz Center for Advanced Judaic Studies dell'Università della Pennsylvania a Filadelfia e dal 2019 presso il Maimonides Center for Advanced Studies - Jewish Scepticism dell'Università di Amburgo. Tra le sue pubblicazioni sull'ebraismo italiano, La République des Lettres: Rabbins, médecins et écrivains juifs en Italie au XVIIIè (Boston / Leiden: Brill, 2007), Marco Mortara: un rabbino italiano tra riforma e ortodossia (Firenze: La Giuntina, 2012). Recentemente ha collaborato al volume, “Genealogies of Sepharad (‘Jewish Spain’),” eds. Daniela Flesler, Michal R. Friedman and Asher Salah, Quest. Issues in Contemporary Jewish History 18 (December 2020).